Civitavecchia

Il portale della tua città

Lingua Italiana
Civitavecchia.com in lingua inglese
Home  |   Notizie locali  |   Contatti
Menù Veloce
Santamarinella.com
powered by
Civitavecchia.com - Notizie
Notizie
Notizie Locali
 
per richiedere di inserire la tua azienda su Civitavecchia.com clicca QUI
Vai alle Notizie Nazionali
Notizie
Notizie Locali
Fonte: Civonline.it

17.12.2014
Giallo in un appartamento a via Aurelia nord

CIVITAVECCHIA - Molti lati oscuri sui quali i Carabinieri stanno lavorando, legati al caso  di R.F., la 64enne trovata senza vita questa mattina nella sua abitazione di via Aurelia 7, nei pressi del cimitero vecchio. Tante le ipotesi, pochissime le certezze legate a quella tragedia familiare che per il momento in altro modo non può essere definita e che vede ora una anziana donna deceduta in circostanze misteriose e suo marito, D.S. di 70 anni, ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale San Paolo. Le ultime notizie certe risalgono alla giornata di ieri, quando i vicini hanno percepito tipici rumori provenienti dall’appartamento accanto, quelli di tutti i giorni. Poi è calato il silenzio. Anche la badante questa mattina è passata due volte a distanza di circa un'ora (alle sei e alle sette) e ha citofonato, ma la coppia, di origini pugliesi, no le ha aperto. Sono stati i vicini, preoccupati per via di quell’insolito silenzio, a dare l’allarme e a lasciare intendere qualcosa di anomalo. Intorno alle 10 sul posto sono arrivati i Carabinieri e i Vigili del fuoco, che sono entrati passando da una finestra. Dentro c’era la donna, riversa a terra senza vita (quasi sicuramente era caduta dalla sedia a rotelle), vicino a lei, sul divano, il marito privo di sensi e in gravi condizioni. E subito sono partite le indagini, con gli uomini del tenente Ventrone e del luogotenente Mangoni impegnati nella ricerca di particolari utili a ricostruire i fatti. All’inizio si è pensato a una morte da asfissia causata da monossido di carbonio, lo stesso killer che potrebbe aver mandato l’uomo in ospedale, ma secondo indiscrezioni le macchie ipostatiche rinvenute dal medico legale sul corpo della vittima sarebbero risultate, almeno in un primo momento, incompatibili con tale ipotesi. Per giunta l’abitazione è risultata areata, difficile quindi parlare di asfissia. In assenza di segni di violenza evidenti, i sospetti degli inquirenti si sono concentrati sullo scioglimento del collo in relazione alla riscontrata rigidità cadaverica, tale da indurre a pensare a una frattura causata dalla caduta, magari dopo una discussione con qualcuno. Ma anche in questo caso i dubbi sono tanti. La diagnosi fatta dai medici del San Paolo sulle condizioni di salute del marito, tuttavia, potrebbe essere di grande aiuto agli investigatori, dal momento che il 70enne è stato ricoverato in gravissime condizioni a causa di un’emorragia cereblrale spontanea e non traumatica. Che troverebbe spiegazioni anche in un improvviso spavento determinato dalla vista della moglie morta a terra. Ma sono tutte ipotesi e per il momento rimane il giallo sul quale gli inquirenti stanno lavorando senza sosta. L’uomo, col vizio dell’alcol, è molto conosciuto in città per via del suo passato da esperto nel montaggio di ponteggi per lavori edili. Nella serata, a causa delle sue gravi condizioni di salute, è stato trasferito all’ospedale Gemelli di Roma.

Tutti i diritti sono riservati. Il contenuto del servizio Pagineweb-italia.com è copyright di
Creative Web Studio Srl
Via Savoia, 78 - 00198 Roma
Via Vincenzo Monti, 8 - 20123 Milano
Sede Operativa: Via Tarquinia, 81 - 00053 Civitavecchia (RM)

Per informazioni: info@cwstudio.it   |   P.IVA 08981961009
Privacy | Sitemap | Credits
Realizzazione Siti Internet